venerdì 18 maggio 2012

Una delle mie mattine

Sono nata e vissuta in città . Sono una ragazza di città . Ma dentro di me vive , comoda comoda , una ragazza di provincia , direi quasi di campagna .
Quando dico che sono di Firenze , la domanda che subito mi sento rivolgere è " e sei finita qua ?? "

Qua . Mica è il deserto qua . A 7 km c'è Jesi , 40000 abitanti ( credo ) . Lì  si trova tutto quello che fa di un posto una città , basta saper cercare . E guardare con gli occhi giusti .

La verità , nel mio caso , è che la vita che conduco qua non è molto diversa da quella che facevo a Firenze . Certo la mia città mi manca , non in quanto città, ma come luogo di origine , di ricordi , di affetti . Poteva essere un paesello e mi sarebbe mancata lo stesso . Penso che a volte il concetto di vivere in città sia un po' tanto mistificato . La città può essere alienante , quando ci vivi , molto più allettante se la guardi da lontano .

Sotto certi punti di vista , vivere in una frazione di un paese piccino picciò mi ha regalato molti vantaggi : il silenzio , l'aria di certo più pulita , un contatto più diretto con la natura , il piacere di guardare i campi , vederli cambiare col susseguirsi delle stagioni ....

Porto sempre con me la fotocamera anche se esco solo per andare a fare la spesa . Come stamani . Ci sono colori e sfumature di luce che la mia macchina non riesce a restituire . O forse sono io che non so farlo . Ma mi resta la meraviglia negli occhi .

Può sembrare sciocco , ma voglio guardare , assaporare  tutto , stupirmi come i bambini .

Spesso si passano i giorni come nell'attesa di viverla davvero la vita....e quella passa . Senza che noi ce ne rendiamo conto .

So che direte , tu stai a casa , non lavori , hai tempo per queste menate . E' vero , avete ragione , io sono una privilegiata . Diciamo che abbiamo fatto una scelta che per noi si è rivelata giusta , magari per altri è impensabile . E come ogni medaglia ha il suo dritto e il suo rovescio . Io me la prendo calma e curo in tutto e per tutto la mia famiglia , ed è la cosa che più fa per me , per la quale mi sono sempre sentita portata , ma lo stipendio è uno solo e quindi molte cose non possiamo proprio farle , se non sporadicamente .

La mattina gioco col sole in cucina . E se c'è lui , tutto gira meglio !



Quando torno dal supermercato imbocco sempre questa via perchè posso vedere la collina di fronte con Castelbellino e Monteroberto .



E fermo la macchina , guardo meglio , suscitando la curiosità delle donnine...

Guardo Castelbellino , e sono sempre colpita dalle varietà di alberi e piante che ci sono sul fianco della collina...




E poi guardo Monteroberto....qualche sparuto cipresso che mi fa subito Toscana...





Poi mi fermo al negozino di alimentari in cerca di pomodori da sugo e davanti mi ritrovo un muro odoroso





E oggi ho fatto una piccola sosta al vivaio che c'è ad un soffio da casa.




E una foto al monte S.Vicino ci stava tutta !!!




E infine il viale di Pantiere.... mi ha sempre affascinata perchè sembra un corridoio  a volta , tutto ombroso .




Ecco , ora basta guardarsi intorno ! E' l'ora di andare in cucina !!!

11 commenti:

  1. Lu mi piace molto la storia e le foto sono davvero bellissime. Grazie per condividere!
    Ciao e bacio, Yo

    RispondiElimina
  2. che bello. ti capisco benissimo, lo sai. mi manca la citta', ma forse mi manca di piu' cio' che ero quando vivevo in citta'. poi pero' vedo la meraviglia della natura che mi circonda, vedo com'e' felice il mio bimbo quando inforca la sua bici e puo' correre tranquillo, senza pericoli. respiro la pioggia, ascolto i merli, osservo i pettirossi e mi chiedo se ce la farei a tornare in citta'. se ce la faro'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È così ! davanti al negozino di alimentari c'era un bimbo con una bici come quella di Ieuan ( ti prego dimmi che si scrive così !! )

      Elimina
    2. brava, si scrive cosi'!
      [ma e' meglio se ce lo teniamo per noi ;)]

      Elimina
  3. Domani sarò di nuovo lì tra quelle dolci colline!!!! :-D
    Casa dolce casa!! (A Castelbellino stiamo bene un gran bel pò)

    RispondiElimina
  4. mi sono rivista nelle tue parole :) soprattutto quando parli dei ricordi che una citta rappresenta..
    sono romana di padre milanese molto cittadina!!!!!!!
    a 19 anni sono andata a venezia a studiare, poi il lavoro mi ha portato in terra ferma ma sempre nelle zone ...e le amicizie e i casi della vita mi hanno tenuto qui
    sono cittadina dentro, qui faccio ancora fatica a sopportare molti atteggiamenti
    ma ho imparato anche ad apprezzare le comodità di vivere in un piccolo comune

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vuole tempo per abituarsi al cambiamento...e poi mi sono resa conto che certi atteggiamenti , certe chiusure mentali possono esserci anche in un quartiere cittadino o in un ambiente condominiale...

      Elimina